News

Apri il Pannello
BASKET PRIMA SQUADRA

BASKET PRIMA SQUADRA (421)

Lunedì, 19 Dicembre 2016 13:26

C GOLD: VITTORIA A SAN MARINO E PRIMATO (IN COMPAGNIA)

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Despar 4 Torri di Marco Cavicchioli chiude bene, anzi benissimo, l’anno andando a vincere sul difficile campo dell’Asset Banca San Marino. La partita è stata un vero e proprio giro in ottovalente dove, da un quarto all’altro, si sono visti sali-scendi da brivido. L’inizio gara è tutto per i locali che approfittando di una generale apatia della Despar scorrazzano in campo e fanno loro, con merito, la prima frazione di gioco e il 21 a 15 forse non mette abbastanza a nudo le difficoltà ferraresi. Se questa sarà la Despar, di buono c’è poco da aspettarsi. Ma non sarà così. Al ritorno in campo dopo la pausa breve, gli occhi dei ferraresi sono diversi come il loro atteggiamento difensivo, vera pecca della prima parte di partita. Spazio al giovane Paccagnella e responsabilità ai “senior” del gruppo. La Despar comincia finalmente a macinare il proprio gioco e Ghedini (mbps dell’incontro), Bandani ma anche Pederzini e Branzolino mettono in confusione un'Asseta forse non pronta allo scatto di reni dei ferraresi. Il lavoro difensivo e una ritrovata fluidità in attacco portano Ferrara in vantaggio a poco più di un minuto dalla pausa lunga con il quarto che si chiude sul trentasette a trentacinque per Ferrara. Il riposo porta con sé tutti i dubbi del primo, “difficile” spezzone e anche la speranza, dettata da ciò che si è visto nel secondo. Evidentemente, però, domenica a San Marino la Despar aveva voglia di rendersi la vita difficile; e in questo è stata veramente grande! Il terzo quarto è di quelli da far tremare i polsi. Da una parte San Marino, convinta e forte delle proprie certezze (Rinaldi e Bianchi su tutti) e dall'altra, i granata smarriti, incerti e molto nervosi. Ne esce il classico quarto da kappaò. In 17 secondi i padroni di casa trovano prima il pareggio, poi il sorpasso con l’extra tiro concesso a Frigoli. Da li inizia un vero e proprio calvario per Ferrara, dal quale pochi, ma proprio pochi, si salveranno. Cavicchioli è più intento a portar calma e fiducia che a dettare le “regole” del combattimento. Penalizzato è naturalmente anche il punteggio che si gonfia pericolosamente a favore dei titani fino a raggiungere il loro massimo vantaggio a ventiquattro secondi dal termine quando, sul più 15 e palla in mano per l’ultimo tiro, San Marino lo sbaglia e lascia il rimbalzo a 2 secondi dal termine a Parmeggiani che, con la coda dell’occhio, vede Pigi Ballardini scattato e pronto a ricevere da sotto. Canestro valido sulla sirena e una boccata d’ossigeno che forse cambierà anche volto, per l’ennesima volta, alla gara. Il risultato dice comunque più 13 per San Marino. L’ultimo quarto sembra giocato dai fratelli maggiori (e più maturi) dei ferraresi. La bacchetta del direttore torna a Chiusolo e le suonate della band ferrarese sono finalmente intonate e squillanti tanto da stordire i padroni di casa che per tre minuti e mezzo dopo l’avvio non troveranno più la via del canestro. Dal meno tredici si passa alla parità (65 a 65) a cinque minuti dal termine. E’ chiaro che a quel punto le redini della gara sono passate in mano ai granata. La Despar in campo adesso è un'altra cosa. Bene nell’atteggiamento difensivo e nella lucidità nell’andare a cercare il canestro. In cattedra sale anche Parmeggiani che assieme all’esperienza di Ghedini prendono per mano una buona Despar e la conducono in porto, quasi senza patemi. Peccato per il troppo nervosismo di Mattia De Ruvo che in serata no, e ci può stare, raggiunge la panca dopo un fallo e susseguente tecnico. Il suo apporto tornerà buono nel seguito del campionato. La gara termina con una vittoria importante e molto difficile. Sul campo di San Marino siamo certi che in molti lasceranno le penne. La vittoria di domenica proietta in vetta la squadra di Ferrara che condivide oggi il primato con Ozzano e Lugo (uscito perdente dallo scontro con la Salus). Ora per Ferrara si apre un lungo periodo di sosta per la concomitante presenza della sosta di fine anno e per il turno di riposo che la Despar sconta proprio nell’ultima gara dei gironi. Il campionato riprenderà nel primo week end (7 e 8) dell’anno nuovo con due super scontri al vertice. Lugo ospiterà Imola e Ozzano andrà a far visita al Fiorenzuola. Si sa che dopo le soste i risultati sono sempre impronosticabili e in tale senso la Despar potrebbe trovarsi al secondo posto (terza in classifica) a sole due lunghezze dai primi ma anche prima in grandissima compagnia (potrebbero essere addirittura 4 le squadra al comando). Poco importa cosa succederà, la cosa certa è che il suo piccolo-grande miracolo la Despar l’ha già fatto. Con una squadra completamente rinnovata era lecito aspettarsi un buon girone di ritorno ma molto difficile era invece pensare di vedere i granata la in cima alla fine del girone di andata. Le squadre di Cavicchioli, evidentemente, hanno il bel vizietto di godere a stare in alto. Per chiudere c’è da ricordare che la Despar si ferma in campionato ma non nelle gare ufficiali. Mercoledì sera, sul neutro di Castenaso, si giocherà una delle due semifinali di Coppa, quella tra il Basket Lugo e, pensate un po’, la Despar 4 Torri.

Asset Banca RSM – Ferrara 75-80 (21-15; 35-37; 63-50)

Asset Banca RSM: Frigoli 9, Gamberini 6, Macina 2, Polverelli 6, Rinaldi 18, Bianchi 21, Borello, Amadori 3, Zannoni 10, Gambi ne, Riccardi ne, Balestri. All.re Foschi, Vice Evangelisti

Despar 4 Torri: Chiusolo 6, Ranzolin 11, Brandani 3, Nanni 9, Parmeggiani 11, Paccagnella, Ballardini 8, Ghedini 19, Verde ne, De Ruvo 5, Pederzini 8. All.re Cavicchioli, Vice Paggetti

 

STATISTICHE GARA

Vota questo articolo
(0 Voti)

L’ultima fatica di campionato del 2016 la Despar 4 Torri la farà al Multieventi di San Marino, domenica prossima alle ore 18. Di fronte si troverà una squadra solida e reduce dell’importante vittoria con il Fiorenzuola. Come da Titanica tradizione, il roster dell’Asset Banca ha una forte anima sammarinese, figlia di un buon settore giovanile. I primi aggregati al roster 2016/2017 sono stati infatti i giovani, confermati, Macina, Borello, Gambi e dopo un anno sabbatico, Berardi. Nel roster dei Titans é presente anche Alessandro Balestri, ala/pivot classe 1997 che nella scorsa stagione ha dimostrato di essersi perfettamente integrato nei meccanismi voluti dal confermato coach Franco Foschi e con lui sono rimasti anche Frigoli, Polverelli e Zannoni. Ma non ci sono solo conferme infatti, con l’obiettivo di puntellare il gruppo e rimpiazzare alcune uscite eccellenti (Caronna, Cardinali e Ravaioli), è arrivato, per primo, Marco Amadori, classe ’89 in uscita dalla C Silver di Riccione, che con i suoi 27 anni può considerarsi una chioccia nel giovane gruppo. Altro innesto importante in casa sanmarinese è stato Niccolò Rinaldi, classe 1993, ala grande di 202 centimetri (giocatore dalle mani molto “educate”), chiamato a garantire con Balestri, Gamberini, Gambi e Polverelli il presidio del pitturato e dintorni. Rinaldi è nato e cresciuto nel vivaio di Sant’Arcangelo e ha vestito quella divisa anche nei Campionati di B (oltre ad esser stato a Riva del Garda, Orzinuovi e San Miniato), contribuendo da protagonista alla vittoria in serie C di tre stagioni fa (13 a gara di media). L’ultimo arrivo è stato Nicola Bianchi, guardia di 186 cm, classe 1994, (buoni fondamentali e ottimo difensore) anche lui in uscita dalla serie B con gli Angels. Con Frigoli, Macina, Zannoni, Amadori, Berardi, Riccardi e Borello (più Liberti per gli allenamenti), ha completato il reparto esterni e di fatto anche il roster per la stagione 2016/17. Fin qui San Marino ha fatto bene con i suoi 12 punti in classifica frutto delle vittorie con Montecchio, Salus, Imola, Pontevecchio, Bologna Basket e Fiorenzuola ma anche di sconfitte non in “programma” come quella con San Lazzaro. Le bocche da fuoco dei titani son fin qui state Rinaldi, Zannoni, Bianchi, Frigoli e Polverelli che, come una premiata ditta, hanno avuto sempre medie partita in doppia cifra (top i 14,2 di Rinaldi). Sotto le plance il vero mattatore è Polverelli con i suoi quasi 9 rimbalzi di media a partita. San Marino è una squadra in salute che grazie al colpo di reni della scorsa settimana contro il Fiorenzuola (cosa sta accadendo ai piacentini?) ha ritrovato il sorriso dopo due passaggi a vuoto consecutivi. La Despar dovrà provare a vincere e non sarà per niente facile. Se ciò succedesse i granata di Cavicchioli rinforzerebbero ulteriormente la già ottima classifica e attenderebbero con tranquillità e fiducia l’anno nuovo perché nell’ultimo turno del 2016 riposeranno. La prossima trasferta in “terra straniera” concluderà il girone d’andata della Despar 4 Torri.

CAMMINO ASSET BANCA SAN MARINO

PALL. TITANO  -  GAETANO SCIREA BASKET   62 - 71

POL. ARENA  -  PALL. TITANO   81 - 96

PALL. TITANO  -  NEW FLYING BALLS   71 - 74

SALUS PALL. BOLOGNA  -  PALL. TITANO   57 - 66

PALL. TITANO  -  VIRTUS SPES VIS PALL IMOLA   82 - 80

POL. PONTEVECCHIO  -  PALL. TITANO   63 - 65

PALL. TITANO  -  BOLOGNA BASKET 2016   72 - 56

ORVA BASKET LUGO  -  PALL. TITANO   84 - 72

B.S.L. SAN LAZZARO  -  PALL. TITANO   73 - 67

PALL. TITANO  -  PALL. FIORENZUOLA   87 – 74

ROSTER ASSET BANCA SAN MARINO

FRIGOLI GIACOMO         Playmaker  09/06/1992

GAMBERINI TOMMASO    Ala/Pivot    08/09/1989

MACINA DAVIDE             Playmaker  01/07/1993

POLVERELLI MATTEO      Ala/Pivot    23/12/1992

RINALDI NICCOLÒ          Pivot          16/02/1993

BIANCHI NICOLA            Guardia     05/02/1994

BORELLO NICOLA           Guardia     25/06/1997

AMADORI MARCO           Guardia     10/03/1989

ZANNONI GIACOMO        Ala            26/06/1993

GAMBI ANDREA              Ala/Pivot    01/07/1996

RICCARDI KEVIN            Pivot          22/03/1998

BALESTRI ALESSANDRO  Pivot          24/09/1997

CLASSIFICA C GOLD           P      G

BASKET LUGO                       18     10

N.F. BALLS OZZANO              16     10

DESPAR 4 TORRI                16    11

SALUS PALL. BOLOGNA          14     10

PALL. FIORENZUOLA 1972     14     11

PALL. TITANO SAN MARINO    12     10

VIRTUS PALL IMOLA              10     10

GAETANO SCIREA BASKET     10     10

B.S.L. SAN LAZZARO               6     10

BOLOGNA BASKET 2016          6     10

POL. ARENA                            4     10

NUOVA PSA MODENA               4     10

POL. PONTEVECCHIO     2     10

Vota questo articolo
(0 Voti)

Arriva la terza vittoria di fila per la Despar 4 Torri che vincendo il match interno con i bertinoresi del Gaetano Scirea agguanta al secondo posto Ozzano (sabato sconfitto a Lugo nel big match dell’11 giornata) e allontana sempre di più la zona play out, il primo importante obiettivo stagionale granata. La partita con lo Scirea è di quelle da prendere con le molle, lo si sapeva, e quando l’approccio molle dei primi minuti granata si affaccia sulla gara la certezza che sarebbe stata una serata non tranquilla prende il sopravvento. Il primo quarto sembra, per approccio mentale, l’over time di Modena. Bertinoresi in palla, reattivi e anche precisi al tiro e ferraresi troppo distratti in attacco e poco attenti in difesa. Bertinoro ne approfitta e chiude il primo quarto quasi passeggiando sui granata. I 24 punti concessi allo Scirea sono il segno evidente di una difesa, quella granata, ancora nello spogliatoio. Il secondo quarto vede il risveglio della squadra di Cavicchioli che, aggrappandosi ad un sempre più importante Pederzini, incomincia, dalla difesa, una lenta ma implacabile rincorsa. Si passa lentamente dal massimo svantaggio cumulato alla fine del primo quarto (meno 11) al finale, sempre in rosso ma questa volta pallido, della prima metà gara (33 a 35). Nel secondo quarto ai meriti “d’impatto” di Pederzini vanno certamente sommati quelli di un ottimo Ranzolin, presente in difesa e ottimo nelle realizzazioni (alla fine della gara avrà un 5 su sette dal campo). Lo spogliatoio della pausa lunga serve a capire che l’atteggiamento giusto per domare uno Scirea in cerca del secondo scalpo di prestigio consecutivo, è quello mostrato nel secondo quarto. E la lezione serve. Il sorpasso granata arriva dopo due minuti con il solito Pederzini. Da quel momento in campo si accende anche una partita non cattiva ma certamente ruvida. La difesa aggressiva di Ferrara toglie tranquillità alle bocche da fuoco romagnole che comunque riescono a mantenersi in scia di una Despar ritrovata, almeno nello spirito. Il lavoro duro in difesa impone cambi a Cavicchioli che decide di buttare nella mischia Paccagnella. Ecco quindi il terzo nome della serata. Il “Pacca” da respiro a Chiusolo gestendo con autorità tutti gli 8 minuti che resterà sul parquet. L’ultimo quarto è di quelli che se non riesci ad addomesticare per tempo poi diventano da cardio palma sul finale. Brava la Despar a tenere alta la pressione e riuscire quindi a far anche innervosire gli avversari. Da un’azione concitata sotto canestro ospite uscirà anche una doppia espulsione a carico di Ghedini e De Pascale. Il vantaggio dei granata prende sempre più forma e in un costante crescendo tocca il massimo dei 16 punti per poi definirsi nei 14 finali. Ciò che era riuscito nell’ultimo quarto allo Scirea contro Fiorenzuola viene questa volta capovolto e l’ultima frazione di gioco stabilisce che va ai granata, per il momento, il ruolo di inseguitori ufficiali del duo Ozzano-Lugo. La sosta natalizia (condita dal turno di riposo previsto) si avvicina e con lei anche il momento di fare il resoconto del lavoro fin qui svolto. Domenica sarà a San Marino l’ultimo impegno della truppa Cavicchioli, bisogna quindi attendere l’ultima trasferta “all’estero” per tirare le somme di una prima parte di campionato che, comunque la si voglia pensare, vede la Despar la in alto, molto in alto.

DESPAR 4T – GAETANO SCIREA 70-56  (13-24, 20-11, 18-12, 19-9)

Desprar 4T: M. Chiusolo 32:43 11 4-10, M. Nanni 19:19 0 0-1, S. Parmeggiani 26:32 8 4-7 , P. Ballardini 19:35 4 2-5, M. De Ruvo 15:18 8 3-5, N. Ranzolin 16:12 14 5-7, F. Brandani (c) 22:06 2 1-5, G. Paccagnella 8:31 0 0-1, G. Ghedini 10:39 3 1-2, S. Verde, E. Pederzini 29:00 20 9-13. All: M. Cavicchioli; Vice: A. Paggetti.

Gaetano Scirea: F. De Pascale 2, F. Riguzzi 11, G. Marisi 20, L. Godoli 4, E. Solfrizzi 1, D. Dallamora, E. Solfrizzi 13, M. Merenda (c) 4, L. Fantuzzi, J. Brunetti 1, A. Biandolino, G. Cristofani. All: D. Brighina; Vice: M. Rieschi.

 

STATISTICHE GARA

Vota questo articolo
(0 Voti)

SquadraIl prossimo avversario della Despar 4T sarà la squadra del GAETANO SCIREA di Bertinoro in una partita che si giocherà al Pala 4T a sole 72 ore dall’ultima gara infrasettimanale di campionato disputata e vinta dalla squadra ferrarese a Modena. Gli avversari di sabato sono, a nostro modo di vedere, la vera sorpresa del campionato e quindi un’autentica “mina” vagante per gli avversari. Questo fatto lo sa bene l’ultima vittima del GAETANO SCIREA, ovvero il FIORENZUOLA che fino a sabato scorso pareva aver preso un feeling con la vittoria difficilmente allontanabile. Ma a conoscere il “veleno” del attacco romagnolo quest’anno ci sono altre vittime illustri come San Marino e Salus. I bertinoresi sono attualmente sesti in classifica assieme all’altra squadra del sud emilia, il San Marino. I 10 punti, incamerati in 9 gare, sono il frutto di alcuni buoni risultati (quelli citati, dalle vittime illustri) ma anche il computo di sconfitte abbastanza nette con Ozzano, Imola e Bologna Basket. Le armi da fuoco del Bertinoro sono Marisi (18 pt_med) ottimo cecchino nel tiro da tre, De Pascale (12 p.m.) e Solfrizzi (10 p.m.). Anche Riguzzi è certamente da tener d’occhio. Sotto i tabelloni i leaders sono Solfrizzi Enrico, De Pascale e Riguzzi. Nell’ultimo incontro con Fiorenzuola la squadra di Brighina ha avuto la meglio al termine di un confronto dove per 30 minuti gli avversari erano sembrati capaci di poter vincere una partita incanalata nel giusto modo. Complice della sconfitta sono certamente stati anche i forfait dei fiorenzuolani Klyuchnyk, Monacelli e Miller. La partita è trascorsa per tre quarti con il Bertinoro che mai è riuscito a mettere la testa avanti, ma abile comunque a non farsi mai staccare e quindi a tenere la scia. La partita viaggia sui binari dell'equilibrio, toccando quota 47-48 a 10 minuti dal termine. E’ nell'ultimo parziale che Bertinoro crea un vero e proprio miracolo costruendo un, fino ad allora inaspettato, super break di 29 a 5. Il finale di -20 è forse troppo ampio visti i primi 3 parziali ma si tratta sempre di una carica di convinzione che non potrà non farsi sentire proprio sabato sera al Pala 4T. I granata sono avvisati.

CLASSIFICA

ORVA BASKET LUGO 16 9
NEW FLYING BALLS 16 9
FIORENZUOLA 14 10
DESPAR 4 TORRI 14 10
SALUS BOLOGNA 12 9
SAN MARINO 10 9
GAETANO SCIREA 10 9
VIRTUS IMOLA 8 9
BOLOGNA B. 2016 6 9
B.S.L. SAN LAZZARO 6 10
NUOVA PSA MODENA 4 9
POL. PONTEVECCHIO 2 9
POL. ARENA 2 9
Giovedì, 08 Dicembre 2016 10:03

C GOLD: DA MODENA CON DUE PUNTI SUDATI

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

PSA 3Il posticipo della decima giornata di serie C Gold dice bene alla Despar 4 Torri che riesce a vincere la partita contro la PSA Modena. La squadra ferrarese soffre tutta la gara e non riesce mai a dare l’impronta voluta, lasciando nutrire ai giallo blu avversari la convinzione di poter fare il colpo contro la terza in classifica. L’avvio è di quelli da non poter guardare; molte, troppe disattenzioni dei granata e la sensazione che qualcuno di essi avesse sbagliato lato della via Divisione Acqui pensando quindi di essere con il carrello dentro l’iper adiacente. Un segnale che non sarà una serata favorevole giunge quando a poco meno di un’ora si scopre che Mattia De Ruvo ritarderà il proprio arrivo al campo di gioco per un “incidente domestico” accaduto pochi istanti prima di partire per la trasferta. Ma la conferma della serataccia la si ha da quando gli arbitri scodellano la prima palla a due da metà campo. Saccà da una parte ne mette due di seguito mentre dall’altra c’è confusione e imprecisione. Il primo a farne le spese è Ballardini che esce dopo pochi minuti per provare a riassestare la sua presenza in campo. Ma Pigi non è l’unico. Altri granata sono palesemente “poco” sul pezzo. Si trascina così il primo quarto, forse il più brutto, o forse no. La sirena dice che sono sette i punti di vantaggio dei modenesi, tutti meritati. Anche il secondo quarto non cambierà molto le su caratteristiche e seppur perdendolo, la Despar “contiene” i volenterosi avversari. Sul sipario di metà partita, nell’attesa del rientro delle squadre tra la cornice chiassosa di almeno un centinaio di piccoli giocatori giallo blu accorsi a sostenere i propri colori, ci si chiede se ci sarà la svolta. E così è, peccato che non duri fino alla fine. Il richiamo di coach Cavicchioli ad una più attenta difesa e il passaggio ad un zona condita da un buon pressing nella metà campo avversaria portano i frutti tanto attesi. Grazie a buoni anticipi e alcune palle rubate la Despar sferra il proprio gancio che ha l’effetto di tramortire i giallo blu per quasi sei minuti quando, dal secondo all’ottavo, la Despar mette a segno il suo miglior momento e piazza un break di 11 punti che la porta dal meno 10 al più 1. Ai più pare la svolta dell’incontro, ma non sarà così. Modena si riprende e alcune conclusioni di Saccà e Frilli tengono in linea di galleggiamento la barca che, pur perdendo il quarto per 20 a 15, permette comunque alla squadra di casa di iniziare l’ultimo e decisivo quarto su di 3. I modenesi ci credono e spingono in campo tutto quello che hanno e ciò permette loro di continuare a tener in scia Ferrara fino a 2 e 58 dal termine quando una bomba di Nanni (mercoledì sera Marco ha chiuso con un bel 4 su 5 dal campo) porta Ferrara sul più 1, ma Modena non molla e si arriva così all’ultimo giro d’orologio sul 47 a 44 per Modena. Ghedini, come già accaduto, si prende sulle spalle la responsabilità degli ultimi tentativi guadagnandosi dei preziosi tiri liberi. Il più due (63 a 65) sono il primo frutto di ciò. A Modena si bagnano un po’ le polveri e un successivo doppio tiro dai liberi viene sfruttato solo in parte dal solito Ghedini. E’ più tre per Ferrara ma è chiaro che si dovrà aspettare la sirena per capire come finirà. Prima Saccà con un alleyoop e poi sempre Ghedini dalla lunetta tengono invariata la distanza tra le squadre. La “botta” decisiva per Modena potrebbe essere l’antisportivo fischiatogli contro che però il buon Ghedini decide, al contrario di quanto successo fino a quel momento, di non sfruttare per niente (0 su 2) pregiudicando quindi la sicurezza di avere un doppio tiro di vantaggio. La partita rimane aperta con Modena che potrà, nell’ultima giocata con una bomba, pareggiare le sorti e trascinare la partita ai supplementari. Saccà tenterà, invano, l’impresa. Si chiude così la più “nebbiosa” (in tutti i sensi) partita giocata dalla Despar quest’anno. Ci sarebbero molte giustificazioni sportive ed extra a favore dei ferraresi ma non pensiamo sia giusto neanche accennarle. Quella di mercoledì sera è oggettivamente una Despar “bruttina”, poco squadra ma soprattutto poco concentrata in lunghi momenti della partita. Buon per lei che di fronte non ci fosse una squadra più esperta e di categoria. Si volta pagina in fretta perché fra poco meno di settantadue ore ci sarà l’impegno casalingo con il Gaetano Scirea e li occorrerà rivedere i granata che ci siamo abituati ad applaudire.

PSA MODENA – DESPAR 4 TORRI 65 – 68  (20-13, 12-11, 15-20, 18-24)

PSA Modena: G. Frilli 10, A. Saccà 23, A. Storchi 10, E. Verrigni 17, F. Vivarelli, R. Grazzi 2, G. Cervellati, A. Tamagnini, L. Gamberini, F. Fiore, M. Brilli. All: F. Spettoli, Vice A. Masini

DESPAR 4T: M. Chiusolo 5, F. Brandani (c) 7, M. Nanni 11, S. Parmeggiani 13, P. Ballardini 9, N. Ranzolin 2, G. Paccagnella, G. Ghedini 11, S. Verde, M. De Ruvo, E. Pederzini 10. All: M. Cavicchioli, Vice: A. Paggetti

 

STATISTICHE GARA

 

Lunedì, 05 Dicembre 2016 11:49

C GOLD: POSTICIPO 10^ GIORNATA A MODENA

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La coda del decimo turno di andata del campionato di serie C Gold, non certo avaro di sorprese come, ad esempio, la sconfitta di Fiorenzuola ad opera del Gaetano Scirea e quella di San Marino, messo sotto da San Lazzaro, si disputerà mercoledì sera a Modena tra la locale Nuova PSA e i granata della Despar 4 Torri. Considerare i prossimi avversari della Despar 4T una squadra composta solo da giovani di belle speranze è l’errore originale che si corre il rischio di compiere. I giallo-rossi modenesi sono certamente una squadra con molti giovani talenti ma è altrettanto vero che non è certo una squadra priva di esperienza. Alla guida di coach Spettoli, oltre al gruppo ferrarese come lui proveniente dalla VIS 2008, ci sono alcuni giocatori dalla provata esperienza come la confermata ala trentenne Alessandro Saccà, vero punto di riferimento in campo per l’intera truppa e oggi miglior rimbalzista del campionato di C Gold. L’altro punto di forza ed esperienza in casa modenese è il forte innesto estivo Andrea Storchi, un pivot di 2 metri nato a Modena nel 1979, che affianca Saccà nel reparto lunghi. Storchi, fin qui il migliore in valutazione dei suoi, nasce cestisticamente parlando a Modena e la sua prima esperienza la fa, da junior, in serie B a San Lazzaro. In seguito giocherà 15 stagioni in giro per l’Italia, sempre in serie B, nelle squadre di Patti, Cento, Coopsette, Atri, Bari, Bisceglie, Corato, Luiss Roma solo per citarne alcune, vestendo anche la canotta azzurra della nazionale Italiana Militare. Fino ad oggi il duo Saccà-Storchi ha realizzato il 42% del totale dei canestri messi a segno dai giallo-rossi. Con loro nel roster c’è anche il confermato Giacomo Frilli, guardia del 1993 di 186 centimetri, anch’egli con buoni punti nelle mani. Attorno a questi fari, come dicevamo, c’è una “covata” di giovani quasi tutti arrivati dalla società ferrarese VIS 2008 che a Modena ha l’opportunità, non da poco, di far crescere e valorizzare i propri prospetti. Dulcis in fundo la squadra della Ghirlandina può vantare il privilegio di avere, come responsabile tecnico, Stefano Michelini un esperto coach che tanti bei ricordi ha lasciato a Ferrara. Che dire dell’attuale classifica dei modenesi, i soli 4 punti fin qui raccolti (ma con un turno di sosta già effettuato) un po’ stupiscono perché, se è vero che i giallo-rossi non potevano essere messi tra i favoriti del torneo, è altrettanto giusto dire che, come riportava lo stesso account FB societario, trattasi di “roster molto giovane ma con grandi ambizioni per il campionato”. Le due partite fino ad ora vinte sono state quelle con Pontevecchio e San Lazzaro, le altre compagini con ossatura molto giovane. Nell’ultimo turno la Nuova PSA è uscita sconfitta nello scontro con il forte Fiorenzuola ma le cronache dicono che il gap finale di 9 punti sia arrivato solo nell’ultimo quarto. Di certo la partita che si gioca a metà settimana (mercoledì 7 dicembre alle ore 21 a causa dei seggi elettorali pro referendum presenti nelle scuole Ferraris) non sarà agevole, anzi sicuramente molto insidiosa per la truppa di Cavicchioli e capitan Brandani.

ROSTER MODENA:

Bianchi Francesco 1998 play 1.87
Bianchini Mattia 1997 ala/centro 1.98
Brilli Marco 1998 ala 1.93
Cervellati Giorgio 1998 play/guardia 1.83
Fiore Federico 1998 ala 1.91
Frilli Giacomo 1993 guardia 1.86
Gamberini Luca 1997 ala/centro 1.96
Grazzi Riccardo 1998 ala 1.88
Ritacco Christian 1998 guardia 1.81
Saccà Alessandro 1986 ala 1.96
Storchi Andrea 1979 centro 2.00
Tamagnini Angelo 1997 guardia/ala 1.89
Verrigni Edoardo 1997 guardia 1.88
Vivarelli Federico 1998 ala 1.90

Fabio Spettoli coach; Stefano Michelini responsabile tecnico.

Domenica, 27 Novembre 2016 09:58

C GOLD: DOMATO UN CORIACEO MONTECCHIO

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Riprende con una sonora vittoria la marcia delle Despar 4 Torri che, con una partita caparbia, si sbarazza di Montecchio, squadra tutt’atro che remissiva e mai doma. Quella di sabato sera è stata una partita sempre combattuta e per la quale la squadra di casa, per avere la meglio, ha dovuto sudare più di quanto dica il risultato finale. I piatti della bilancia tra le due sono stati la fisicità e il buon tasso tecnico di diversi giocatori visti in campo. Il primo quarto è di studio e la buona vena al tiro degli avversari impedisce alla squadra di Cavicchioli di prendere le distanze. Dopo il 5 a 0 iniziale a favore dei granata e che lascia ben sperare, c’è la prima delle tante reazioni di Montecchio che addirittura porta avanti gli ospiti al sesto minuto (e sarà l’unica volta nella partita). Da li in poi con il nuovo sorpasso granata, frutto di due liberi di De Ruvo, a veder la coda degli avversari toccherà sempre a Montecchio. Anche quando nel secondo quarto la Despar pare riuscire nell’impresa di far perdere la scia agli avversari (siamo a 3 dal termine e il tabellone dice più 15 per Ferrara), la fisicità e la voglia di provarci permette agli ospiti di rientrare e andare alla pausa lunga con il punteggio ancora in bilico e per nulla tranquilizzante per Cavicchioli (38-33). Fin li a tirare il carro, o meglio a riempirlo di canestri, ci hanno pensato, dalla parte granata, soprattutto un Parmeggiani in gran spolvero e Pederzini e dall’altra un Conte dalle qualità superiori e Negri. La pausa lunga ha gli effetti sperati per la Despar. Il rientro dagli spogliatoi porta con se una Despar più determinata e sicura. Il punteggio prende forma sempre meglio e il divario tra le due squadre si dilata fino a raggiungere il + 19 dell’ultima pausa. Sugli scudi per Ferrara ora ci sono Chiusolo e Nanni che, malgrado un infortunio che pareva potesse addirittura allontanarlo dal campo, stringendo i denti insacca canestri pesanti. Dalla parte avversaria è spesso incontenibile Di Noia. L’ultimo quarto non porta grandi sussulti al punteggio anche se è da lodare lo spirito messo in campo da Montecchio, squadra mai doma e mai disposta a regalare nulla, neanche a risultato praticamente acquisito. La partita si chiude con il risultato di 84 a 57 per la Despar che riporta quei sorrisi post gara persi nell’ultimo stop con Fiorenzuola. Con la vittoria di sabato sera la Despar conferma un’ottima posizione in chiave play off, anche se parlare di questi è veramente troppo presto. Il campionato di C Gold si deciderà molto più avanti, in primavera con play off a otto squadre. Da qui ad allora ci sarà da stare attenti a non cadere in pericolose distrazioni come quella che, per esempio, ha visto cadere sabato sera l’imbattuta Ozzano in casa dei giovani “leoni” di Pontevecchio, squadra che fino ad allora non aveva raccolto nemmeno un punto. Stranezze e bellezze del campionato di C Gold.

DESPAR 4 TORRI – DIPLAST ARENA  84 – 57 (17-14; 21-19; 20-6; 26-18)

Despar 4T: M.Chiusolo 9, M.Nanni 11, S.Parmeggiani 17, P.Ballardini 6, M.De Ruvo 2, N.Ranzolin 4, F.Brandani (c) 7, G.Paccagnella 5, G.Ghedini 6, S.Verde, E.Pederzini 17. All: Cavicchioli; Vice: Paggetti

Diplast Montecchio: D.Grisendi 4, A.Di Noia 15, S.Basso (c) 7, M.Maggi 3, A.Negri 10, I.Lombardi 4, I.Conte 10, F.Ricco' 1, S.Fava 3, M.Brogio, M.Borghi, R. Giglioli. All: Cavalieri; Vice: Grobberio.

 

STATISTICHE GARA

Vota questo articolo
(1 Vota)

Secondo turno consecutivo in casa per la Despar 4 Torri che sabato sera al Pala 4T incrocerà le armi con una delle neo promosse nella C Gold, la Dilplast di Montecchio Emilia (RE). La formazione della Val d’Enza è stata indubbiamente la grande sorpresa della scorsa stagione in C Silver. Squadra partita con un organico esperto e attrezzato, ma che nessuno avrebbe nemmeno immaginato potesse diventare la dominatrice del girone (in cui vi era anche Lugo) e riuscire a cogliere la promozione diretta senza passare nemmeno dai playoff. Rispetto alla scorsa stagione la squadra del confermato coach Davide Cavalieri ha dovuto compiere alcune importanti rinunce (Ferrari, Marchini e Colla su tutti), ma è stata anche in grado di rinforzarsi. Sono arrivati giocatori di categoria come il lungo reggiano Alessio Negri, un classe 1989 alto 205 cm arrivato dal Viadana dove viaggiava a 13,5 punti e 8 rimbalzi di media a partita e Alessandro Di Noia in arrivo da San Miniato in serie B. Con loro anche il ritorno di Martino Brogio un 1988 proveniente dalla BMR 2000 di Reggio Emilia. A questi nuovi arrivi vanno sommate le riconferme di alcuni elementi cardine dell’organico vincitore 2015/2016 come Conte, Basso, Grisendi, Lombardi e Maggi. Fin qui la Dilplast (o Polisportiva Arena) ha disputato un campionato al di sotto delle attese forse risentendo di più del dovuto del salto di categoria. Dopo sette gare (avendo già riposato) la squadra reggiana è al penultimo posto con soli due punti in classifica, frutto dell’unica vittoria, arrivata sul filo di lana, ottenuta nella quarta giornata di campionato in casa della BSL. Da quel lontano 28 ottobre la Dilplast non è più riuscita a fare punti. Miglior realizzatore e faro della squadra bianco-blu, è Di Noia, il terzo in classifica generale per media punti realizzati. Di Noia viaggia alla bella media di 17,5 punti a partita, frutto della sua buona mano nel tiro dalla media e nel pitturato. Altri due giocatori ai quali prestare attenzione perché buoni realizzatori saranno Negri e Basso. Maggi è invece l’uomo dei rimbalzi, uno dei migliori in categoria.

Montecchio, malgrado la deficitaria classifica, è una squadra che non deve essere sottovalutata perchè nelle “corde” ha certamente molto di più di quanto ha dimostrato fin ora. Per la Despar quella di sabato sera sarà una gara che dovrà servire per spazzare via, in fretta, le scorie dovute allo stop dell’ultimo incontro con il Fiorenzuola. Come sempre appuntamento al Pala 4T alle ore 20,45.

ROSTER DILPLAST ARENA: Grisendi (p), Lombardi (p), Riccò (p/g), Basso (g), Conte (g), Giglioli (g), Maggi (a), Brogio (a), Negri (c), Di Noia (a), Fava (a), Guardasoni (a). Allenatore: Cavalieri

Domenica, 20 Novembre 2016 09:39

C GOLD: FIORENZUOLA PASSA, CON MERITO, AL PALA 4T

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Fiorenzuola passa con autorità al Pala 4T e crediamo, getti definitivamente la maschera mostrando il vero volto della squadra che punterà al salto di categoria. La squadra di coach Lottici affronta una Despar in striscia da cinque partite e lo fa con il piglio e la concentrazione di chi, già ora a tanto dalla fine, vuole dimostrare di essere una delle più serie contendenti al salto di categoria. Nella partita di sabato sera la Despar ha pagato più del dovuto un gap di forza tecnica e condizione che oggi è palese tra le due squadre ma lo ha fatto mettendoci anche del suo. Se, infatti, in una partita contro una squadra ottima non riesci a fare il massimo allora anche la differenza nel punteggio si dilata oltre misura. E’ nei primi due quarti che i padroni di casa riescono a restare in scia del Fiorenzuola che, suo malgrado, fatica a trovare l’allungo. Il primo quarto è combattuto e i canestri di Parmeggiani, Ballardini, De Ruvo e Ghedini riescono a chiuderlo con due triple di svantaggio ma dopo un continuo elastico, mai dilatato e che a un minuto dalla fine vedeva le due contendenti distanziate di soli 2 punti. La svolta, a nostro modo di vedere, fatale per la Despar arriva sul finire del secondo quarto. Le squadre a tre dalla pausa lunga sono ancora in un corpo a corpo che vede i granata sotto di due (33-35) con palla in mano. A un tiro sbagliato dei granata, segue un rimbalzo offensivo e un successivo tiro, anch’esso sbagliato. Nella lotta (impari) a rimbalzo Nanni commette fallo in attacco. Da quel momento, grazie anche ai due liberi messi a segno da Galli, Fiorenzuola inchioderà la Despar per i restanti tre minuti al punteggio del tabellone e scaverà un solco che la porterà a chiudere la prima metà di partita con un tranquillizzante e galvanizzante vantaggio di 14 punti (33-47). Questo sbandamento segnerà il prosieguo della partita. Grande merito andrà, come detto, agli ospiti che con un atteggiamento da squadra forte e matura hanno reso la Despar all’apparenza impotente. Partite perfette probabilmente non ne esistono ma l’11 su 13 “da due” rende bene l’idea sul tipo di prestazione che fin li aveva messo in campo il team di Lottici e le tante, troppe, seconde opportunità guadagnate non potevano che rendere, alla lunga, difficilissima la rimonta dei padroni di casa. Così è stato. Il terzo quarto, complice pure lo strano, ma comprensibile, senso di impotenza dei granata vede Fiorenzuola allungare e raggiungere alla sirena il suo massimo vantaggio (43-68). Per lunghi tratti la squadra ospite ha ricordato lo “strapotere” di Scandiano visto nella seconda parte del campionato scorso. Un buon ultimo quarto ha permesso alla Despar di non naufragare nel punteggio e chiudere l’incontro con l’onore delle armi. Nota di merito sul versante granata deve andare al giovane Pederzini che al pari di un gladiatore non molla mai. Che dire, quando si perde non è piacevole, mai. Se però si perde contro un avversario meritevole, la sconfitta ha un sapore meno amaro. Continuiamo a pensare che la Despar sia ancora incompiuta, almeno nella qualità di gioco auspicata da Cavicchioli e soprattutto sul versante continuità. Di certo nessuno pensava che questa Despar potesse mangiarsi il campionato e pochi anche di vederla la in alto, davanti a squadre con velleità e roster, almeno sulla carta, superiori. La Despar, per ora, deve pensare a guadagnarsi una salvezza tranquilla e questo obiettivo è sicuramente alla portata. Il suo vero campionato è contro le squadre di seconda fascia ed è con quelle che Brandani & c. dovranno dare il massimo e non farsi sfuggire opportunità di vittoria. In questo senso l’ultima parte del girone di andata, quella da sabato in poi per intenderci, vedrà la squadra di Cavicchioli misurarsi con squadre di questo tipo. Il momento di cominciare a fare delle somme, parziali, di quanto raccolto si avvicina e per ora la lancetta è decisamente sul lato positivo. Lavoro e concentrazione potranno rafforzare questa situazione.

DESPAR 4T – FIORENZUOLA 67 – 83 (19-25, 14-22, 10-21, 24-15)

DESPAR 4T: M. Chiusolo 2, M. Nanni, S. Parmeggiani 13, P. Ballardini 10, M. De Ruvo 11, N. Ranzolin 7, F. Brandani 3, G. Paccagnella, G. Ghedini 7, S. Verde, E. Pederzini 14. All: Cavicchioli, Vice: Paggetti

FIORENZUOLA: M. Galli 18, J. Miller 10, M. Lottici 18, D. Klyuchnyk 11, A. Garofalo (c) 6, I. Sichel 11, A. Berni, F. Trobbiani, G. Marletta, A. Donati 2, D. Giani 7. All: Lottici, Vice: Giacobbi

Venerdì, 18 Novembre 2016 07:26

C GOLD: IN ARRIVO LA CORAZZATA FIORENZUOLA

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Sabato sera alle ore 20,45 al Pala 4T sarà di scena lo scontro al vertice tra le due squadre appaiate al terzo posto nel campionato di serie C Gold, la Despar 4 Torri e la Pallacanestro Fiorenzuola. La sfida per i ragazzi di coach Cavicchioli è di quelle intriganti perché è con squadre che puntano decisamente al salto di categoria che la Despar dovrà misurare, d’ora in poi, le proprie eventuali velleità di classifica. La squadra ospite al Pala 4T è un Fiorenzuola con tante facce nuove rispetto alla scorsa stagione, costruito per ritentare la scalata alla serie B non riuscita nel 2015/2016. Il presidente Stefano Alberti, pur dichiarando apertamente la propria insoddisfazione per come sono andate le cose lo scorso anno, ha deciso di ripartire dalla conferma di coach Simone Lottici, al quale si sono riaffiancati anche i giocatori Matteo Lottici (ad oggi il migliore dei suoi nel tiro da 3 con il 38% e ottimo assistman), Alessandro Garofalo (grande rimbalzista, ottimo nel tiro dal pitturato 57% e buon stoppatore), Ivan Sichel (ottimo tiro da 3), Davide Giani e Federico Trobbiani. Su queste buone basi la novità più importante tra gli arrivi è stata, sicuramente, l'ingaggio dell'americano Joey Miller, di provenienza dall’università di Dallas. Miller è un play-guardia classe 1992, che nell'ultima stagione ha avuto la media di 16,7 punti a partita e una percentuale nel tiro da tre del 44%. Ad oggi Miller è il miglior realizzatore della sua squadra con 14,5 punti di media a partita ottenuti grazie a un buon 32% da tre e un quasi perfetto 96% dal tiro della carità. Ma il mercato di Fiorenzuola, come detto, non si è fermato certo a Miller. L’atro arrivo di lusso è stato quello di Milo Galli play-guardia del 1995, fidentino, pedina di grande sostanza per la squadra di Lottici con il suo 57% nel tiro da 2. Nelle ultime due stagioni Galli ha giocato prima in Serie A2 Silver con la Bakery Basket e poi, nella scorsa stagione in Serie C Gold con Piacenza Basket Club (nel suo curriculum anche un torneo con la casacca della Nazionale giovanile). Sempre in tema di sostanziosi rinforzi è poi arrivato il “totem” di 208 cm di altezza Dimitri Klyuchnyk, classe 1994, in Italia dal 2008 dove è cresciuto cestisticamente prima nelle giovanili di Trento e Bolzano per poi passare nel Basket Europa e a Padova. Il roster piacentino si è completato con gli innesti di Agostino Donati un 1993 di 194 cm molto utili nel catturare rimbalzi, prodotto dal vivaio della Virtus Bologna, nell'ultima stagione con i Tigers di Forlì e Daniele Monacelli perugino, classe 1995 (186 cm), guardia di qualità, reduce dall'ultima stagione a Scafati e prima in DNC con la Liomatic Perugia dove viaggiava a più di 18 punti di media a partita. Da Borgotaro, infine, sono approdate due giovani promesse: Gabriele Marletta e Alessandro Berni. La presentazione dei prossimi avversari della Despar parla chiaro ed è confermata anche dal buon ruolino di marcia fin qui tenuto. I 10 punti in classifica (come la Despar) sono frutto di 5 vittorie (Imola, Pontevecchio, Bologna Basket, San Lazzaro e Montecchio) ottenute sempre abbastanza nettamente e 2 sconfitte (Salus e Lugo) arrivate di un soffio la prima e abbastanza nettamente la seconda. Fiorenzuola è un’autentica macchina da canestri (prima assoluta nei punti realizzati fin qui) e arriva da due convincenti vittorie che hanno spazzato via la sconfitta rimediata a Lugo. La Despar, dal par suo, di vittorie ne ha messe cinque in fila e proverà ad aggiungerne una molto importante, ben conscia della forza dei propri avversari. Di certo occorrerà, per ottenerla, la miglior 4T. Appuntamento al Pala 4T alle ore 20,45 di sabato 19 novembre.

CLASSIFICA C GOLD: OZZANO 12 (6), BASKET LUGO 12 (7), PALL. FIORENZUOLA 10 (7), DESPAR 4 TORRI 10 (7), PALL. TITANO 8 (6), VIRTUS PALL IMOLA 6 (6), SALUS PALL. BOLOGNA 6 (6), GAETANO SCIREA BASKET 6 (6), BOLOGNA BASKET 2016 6 (7), B.S.L. SAN LAZZARO 4 (7), POL. ARENA 2 (6), NUOVA PSA MODENA 2 (6), POL. PONTEVECCHIO 0 (7). Tra parentesi le partite giocate.

Pagina 6 di 31

    TRAFFICO SITO

    OGGI175
    IERI265
    SETTIMANA440
    MESE5805
    Martedì, 24 Novembre 2020 13:39

    VISITATORI ORA

    Guests : 6 guests online