News

Apri il Pannello
BASKET PRIMA SQUADRA

BASKET PRIMA SQUADRA (421)

Vota questo articolo
(0 Voti)

Cominciamo dalla fine a raccontare la quinta di campionato della Despar 4 Torri, ovvero dalla sirena che ha determinato la terza, consecutiva, vittoria della squadra granata. Con i due punti in classifica guadagnati a Granarolo, la squadra di Cavicchioli si assesta, praticamente, al terzo posto in classifica, seppur in grande compagnia. La classifica di inizio stagione dice che in vetta, solitaria, c’è Lugo con un bel 5 su 5 fin qui ottenuto. A rincalzo, a sole due lunghezze, c’è Ozzano (con sole vittorie) che però ha già scontato il proprio turno di riposo e quindi, almeno sulla carta, è anch’essa potenzialmente prima. Poi il gruppone a sei punti in cui si affiancano assieme alla Despar anche Salus, Fiorenzuola e Imola. Poco sotto San Marino, Gaetano Scirea e BSL. Qui è d’obbligo un primo commento. A guardare la classifica appaiono perfettamente rispettati tutti i pronostici di inizio campionato ma, se si spulcia con attenzione l’esito delle gare e si va a vedere come certe vittorie/sconfitte siano arrivate, la classifica potrebbe apparire bugiarda. Chi doveva, secondo pronostici, guidare il gruppo della classifica è lì ma per ora, salvo poche eccezioni, non in modo del tutto convincente. Ecco allora che la vittoria di domenica a Granarolo, quindi in trasferta, assume per la Despar una valore molto importante perché se i ferraresi quest’anno devono, come primo obiettivo, raggiungere la salvezza al più presto, vincere contro una squadra che, siamo certi, fino alla fine cercherà di dire la sua, è fatto certamente molto importante. Com’è arrivata la vittoria è un film già visto. Squadra ferrarese a corrente alternata che disputa, con i coriacei e mai domi granarolesi, una gara fatta di continui sali scendi dove, alternativamente, si è scambiata piccoli vantaggi e svantaggi (massimo 6 punti) con gli avversari. La Despar paga, a nostro parere, una fase difensiva ancora incerta e qui la sensazione è molto legata alla resa dei singoli giocatori. I meccanismi difensivi scelti quest’anno da coach Cavicchioli non sono ancora digeriti da tutti e questo obbliga, se si vuol vincere, ad ottenere punteggi alti in attacco. Quando la palla entra i problemi non sono tantissimi, quando non lo fa incominciano i dolori. Come dicevamo, dopo una partita quasi tutta trascorsa con la sensazione che nessuna delle contendenti potesse mettere le mani sulla vittoria si arriva all’ultimo, decisivo, quarto di gioco nel quale gli equilibri dopo cinque minuti di gara si rompono leggermente a favore della squadra di Trevisan. E’ l’ottimo, ex, Biello che insacca il canestro del più 5 (56-51) creando l’ennesimo piccolo break che però, visto il tempo rimanente, potrebbe essere letale per Ferrara. La Despar non ci stà ma a complicare la situazione c’è il “solito-nefasto” nervosismo che porta, sul 56 a 55 Parmeggiani a realizzare, di volontà e potenza, un canestro da sotto dopo un rimbalzo e vedersi però appioppare un fallo tecnico per, diciamo, l’eccessiva esultanza. La rimonta dei ferraresi è però in atto e una zona, non impeccabile, ma comunque solida, tarpa le ali nel finale ai padroni di casa che rimandano nuovamente la gioia di incamerare due punti (cosa che non accade loro dalla prima giornata). Tutto è bene quel che finisce bene, ma rimane intatto il quesito in casa Despar di quale forza sia veramente dotata la squadra di quest’anno. Bene a tratti Parmeggiani, Pederzini, De Ruvo e Brandani ma nel complesso comunque da tenersi ben stretta la voglia della squadra di non mollare mai. Per le grandi soddisfazioni c’è tempo e tanta voglia di crederci.

BOLOGNAB.2016 – DESPAR 4 TORRI  65 – 70 (12-16; 18-13; 17-17; 18-24)

BOLOGNA BASKET 2016: Bonetti, Spettoli 3, De Gregori 8, Biello 16, Guerri, Del Papa 13, Tugnoli, Tugnoli, Bertuzzi 11, Brotza 4, Torriglia, Albertini 10. All: Trevisan; vice: Migliari.

DESPAR 4T: Chiusolo 7, Ranzolin 7, Brandani 3, Nanni 9, Parmeggiani 14, Paccagnella, Ballardini 9, Ghedini 5, Verde, De Ruvo 6, Pederzini 10. all: Cavicchioli; vice; Paggetti.

Venerdì, 28 Ottobre 2016 09:59

C GOLD: DOMENICA A GRANAROLO PER PROSEGUIRE LA MARCIA

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nasce dalla collaborazione tra il Bologna Basket 2011, che porta in dote una C Silver e il Granarolo Village (Serie D) come società satellite fornitrice di strutture e settore giovanile, il progetto che nella scorsa estate ha messo alla luce una nuova realtà ai nastri di partenza del campionato di C Gold. Dopo due stagioni in Silver il Bologna Basket 2011 ha sentito la necessità di una struttura e un campo da gioco suo che gli permettesse di giocare e allenarsi in modo continuativo nello stesso posto, dopo anni di migrazioni. Dall’estate scorsa, quindi, il Palasport di via Roma a Granarolo è divenuto sede ufficiale della squadra che disputa il campionato di C Gold, oltre ad esserlo per le altre due “minors” di C Silver (Granarolo) e serie D (Village). Certamente un progetto considerevole se rapportato al numero di abitanti del comune bolognese (250 giocatori in un bacino di utenza da 14000 abitanti). La squadra di C Gold è stata affidata al esperto coach Gianni Trevisan, l’ex tecnico di Granarolo fortemente voluto dal presidente del Bologna Basket. Sul telaio formato dai granarolesi Simone Spettoli, Loranto Bertuzzi, Andrea Tugnoli, Nicolò Bonetti, Tommaso Torriglia ed Alessandro Brotza, sono stati innestati gli ex Bologna 2011 Andrea Leone, Lorenzo Guerri e Luca Tugnoli. A questi sono poi stati aggiunti giocatori di grande esperienza in C Gold come Alex Biello e Antonio Del Papa provenienti da Castelfranco Emilia in C Gold e con un passato con la canotta granata; Mathias Gustavo De Gregori, fermo da due stagioni, ex Mazara (C Gold) e infine l’ex ala alta granata, 2015/2016, Filippo Albertini. Non c’è che dire il lavoro estivo è stato certamente di livello e ha creato aspettative che, però, per ora non hanno ancora portato i frutti sperati. Il BB2016 ha infatti collezionato fin qui un’esclusione dalla coppa, ad opera del Molinella a sua volta eliminato dalla 4T, e tre sconfitte su quattro incontri in campionato. Dopo un avvio che ha fatto ben sperare, con la vittoria nella prima in casa contro Montecchio (72 – 62) il BB2016 ha perso in successione con Lugo, San Lazzaro e Fiorenzuola. Gli avversari di domenica (ore 18,30 a Granarolo) sono quindi una realtà ancora in cerca di una definita fisionomia. Questo discorso vale anche per la Despar che fin qui ha giocato a corrente alternata mostrando sprazzi di buon gioco ma anche momenti lacunosi. Quella di Granarolo sarà l’ennesima prova, comunque difficile, per comprendere se si siano fatti passi avanti nell’amalgama del gruppo granata.

Domenica, 23 Ottobre 2016 09:58

C GOLD: CON PONTEVECCHIO ARRIVA LA SECONDA VITTORIA

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Missione compiuta per la Despar 4 Torri che riesce a mettere il sigillo della vittoria nella gara contro la giovane e coriacea Polisportiva Pontevecchio che mai ha mollato e ha dimostrato carattere e tecnica non certo da squadra junior, come di fatto l’età media del roster dice. In una partita non bella, impostata e incanalata dagli ospiti nel modo per loro più congeniale, la squadra di Cavicchioli ha sudato molto per imporre la propria supremazia. Bravi i ragazzi di Pontevecchio a mettere in campo una foga difensiva e anche alcune ottime giocate ma altrettanto bravi i granata a portare a casa, con la rabbia in alcuni momenti, un incontro che si sapeva poter essere più complicato di quanto i roster dicano. Despar 4 Torri sempre avanti ma mai con la certezza in tasca. Il primo quarto inizia con un mini break di 7 a 0 che fa ben sperare i ferraresi ma la tenacia, mai mancata al Pontevecchio, rintuzza questo primo allungo. La partita si svolge nervosamente con i giovani ospiti per nulla intimoriti e in grado di mettere una grande pressione difensiva sulla squadra di casa. Si arriva così alla pausa lunga (50 a 38) con l’incertezza di sapere se quell’impeto e quella concentrazione dei bolognesi potranno far parte anche dei due ultimi quarti. E sarà così, anzi è proprio nel terzo quarto che Pontevecchio compie il proprio “piccolo” miracolo vincendolo perentoriamente con il punteggio parziale di 9 a 21. Gli ultimi dieci minuti di gioco iniziano con le squadre in parità sul 59 a 59 e a dire il vero, sarà l’unico momento in cui si è vista la parità nel punteggio. L’ultima frazione di gioco, seppur non in scioltezza, vede la Despar mettere le mani sull’incontro e accrescere il proprio distacco fino al più 11 finale che, di fatto, fotografa il gap reale tra le due squadre. Sugli scudi in casa granata un ottimo Pederzini in  doppia-doppia (15 punti e 11 rimbalzi) e dall’altra Riguzzi con 18 punti. Commento finale. La voglia di credere che i meccanismi granata siano già pronti, sabato sera è stata rimossa dalla certezza che ancora molto si debba e possa fare. La sensazione che il potenziale “dell’atipica” squadra ferrarese non sia ancora reso disponibile sul campo è chiara come è chiaro che le molte lacune di “gioventù” (intesa come tempi di lavoro effettuati) rendono troppo spesso nervosa la squadra di Cavicchioli e quindi meno lucida, il tutto naturalmente a beneficio delle squadre avversarie. Sabato sera era fondamentale vincere e così è stato, quindi la missione deve considerarsi conclusa con successo. Di positivo nell’incontro abbiamo visto il carattere del gruppo e la possibilità, non di poco valore, per Cavicchioli di poter contare su un organico completo (bene anche Paccagnella quando in campo). Continuiamo a ripetere, sperando nel bene, che i conti si potranno fare solo più avanti, per ora teniamoci stretta questa importante vittoria.

DESPAR 4 TORRI – PONTEVECCHIO  81 – 70 (27-21, 23-17, 9-21, 22-11)

DESPAR 4T: CHIUSOLO M.  6; RANZOLIN N.  2; BRANDANI F.  9; NANNI M.8; PARMEGGIANI S. 8; PACCAGNELLA G. 8; BALLARDINI P. 7; GHEDINI G. 8; VERDE S.; DE RUVO M. 10; PEDERZINI E. 15. ALL: CAVICCHIOLI, VICE: PAGGETTI

PONTEVECCHIO: VAROTTO R. 5; GALASSI M. 9; RIGUZZI N. 18; CARELLA M.; BRANCALEONI L. 11; ZENELI F. 3; BERGAMI L. 18; BURIANI F. 2; DONATI G.; VETERE G. ALL: ANGORI, VICE: PILLASTRINI.

Venerdì, 21 Ottobre 2016 07:57

C GOLD: SABATO SERA AL PALA 4T CONTRO PONTEVECCHIO

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Secondo incontro casalingo al Pala 4T per la Despar 4 Torri di serie C Gold che sabato alle 20,45 se la vedrà con la Polisportiva Pontevecchio di Bologna. Il Pontevecchio è una società che per politica da sempre utilizza nel campionato maggiore i propri giovani talenti e anche quest’anno sarà così. La stagione per gli amaranto bolognesi è iniziata con un avvicendamento sulla panchina dove Matteo Angori, al secondo anno nel Pontevecchio, è subentrato a Lello Lepore, divento a sua volta Direttore Sportivo e di Responsabile Tecnico per la squadre d'Eccellenza. La rosa dei bolognesi vede un unico over, Zenelli del 1994, poi i restanti giocatori sono del 1996 (3), del 1997 (4) e del 1998 (7), insomma una “nidiata” di giovani talenti in cerca d’esperienza. Nei primi tre turni Pontevecchio, anche non agevolato dal calendario, ha subito altrettante sconfitte ma quella che forse brucia di più è stata nello scontro “baby” con il BSL San Lazzaro, anch’esso super imbottito di giovani. Con Lugo e Fiorenzuola (giocate entrambe sul parquet delle Pertini) il Pontevecchio ha dovuto alla lunga cedere le armi contro formazioni più attrezzate e d’esperienza, mentre alla Rodriguez di San Lazzaro la sconfitta è arrivata solo dopo una combattutissima partita, sempre in equilibrio. In evidenza in queste prime gare si sono messi Graziani e Carella con bottini di media a partita in doppia cifra. La squadra ha segnato poco più di 67 punti a gara (contro i 75 della Despar) e ha dimostrato di esser competitiva anche negli scontri persi. Con questa premessa la Despar di Cavicchioli, reduce dal suo primo importante successo a Imola, dovrà cercare di imporre il proprio “verbo” sul proprio terreno di gioco che però l’ultima volta ha visto sfumare una vittoria non senza rimpianti. La conferma dell’inizio di un trend vittorioso sarebbe il giusto sentiero da intraprendere e ciò potrà avvenire a patto che nessuno immagini che Pontevecchio salga al Pala 4T a fare da sparring partner. Appuntamento sabato alle 20,45.

CLASSIFICA: BASKET LUGO 6, NEW FLYING BALLS OZZANO 6, SALUS PALL. BOLOGNA 6, PALL. FIORENZUOLA 1972 4, B.S.L. SAN LAZZARO 4, GAETANO SCIREA BASKET 2, PALL. TITANO SAN MARINO 2, DESPAR 4 TORRI FERRARA 2, VIRTUS SPES VIS PALL IMOLA 2, BOLOGNA BASKET 2016 2, NUOVA PSA MODENA 0, POL. ARENA 0, POL. PONTEVECCHIO 0.

Vota questo articolo
(1 Vota)

La Despar 4 Torri torna alla vittoria, la prima di questo campionato, e lo fa su un campo difficile come quello di Imola dove, nell’era Cavicchioli, non ci era ancora riuscita. In un incontro in cui i padroni di casa erano chiamati a una pronta riscossa dopo il passo a vuoto di Fiorenzuola e i ferraresi a provare a “rompere il ghiaccio” delle sconfitte, ne esce una partita intensa dai due volti. Il primo è quello che fa vedere Imola decisa e padrona del campo, il secondo quello della caparbietà e della voglia di vincere dei granata. Squadre in campo con due quintetti in cui le torri imolesi sovrastano, in altezza, quelle ferraresi e questo aspetto è certamente quello che nei primi minuti caratterizza la partita. Al terzo minuto il punteggio è 7 a 0 per i padroni di casa che concretizzano una supremazia da sotto sommata ad una vena al tiro che invece manca alla squadra di Cavicchioli. Il primo canestro ferrarese è opera di Nanni ma non è quello della carica. Il quarto di gioco è in mano a Imola che, ad un certo punto, pare veramente poter passeggiare quando Sangiorgi, a poco più di un minuto dalla fine del quarto, mette il punto del 23 a 10. Ferraresi colabrodo in difesa e non precisi in attacco. Alzi la mano chi avrebbe scommesso, in quel momento, su una inversione di rotta. Anche il secondo quarto non è tanto diverso dal primo ma raggiunto il picco del vantaggio imolese dopo circa due minuti (29 a 15) la Despar si aggrappa all’orgoglio e quantomeno riesce a non imbarcare acqua tanto da affondare. Forse è proprio questo il momento in cui un attento osservatore può capire che, seppur nella tempesta di uno stabile svantaggio che è sempre poco meno della doppia cifra, i granata cominciano ad ingranare e il segnale più bello è quello di vedere i granata andare al riposo, dopo due quarti tutt’altro che impeccabili, sotto solo (e si fa per dire) di 9 punti. La pausa lunga cambia qualche cosa in campo e da li inizia una nuova partita. Dopo appena tre minuti la Despar mette il fiato sul collo a Imola (45 a 44) e dopo poco effettua addirittura un sorpasso che pochi fino a quel punto pensavano potesse arrivare. Ferrara adesso ci crede, tiene bene in difesa e costringe Imola a convivere con lo spettro di una seconda sconfitta consecutiva. Il terzo quarto è quello fondamentale nella vittoria. La Despar se lo aggiudica quasi con prepotenza riconquistando agli avversari nove punti che la faranno andare all’inizio dell’ultimo quarto con un vantaggio di cinque lunghezze (56 a 61). L’attacco di Imola si inceppa grazie ad una difesa più attenta che non concede più gli spazi e le “cortesie” fino ad allora dati. In cattedra salgono i granata anche grazie ad una ritrovata fiducia al tiro. Nell’ultimo quarto la Despar ingrana le sesta marcia e allunga fino al più dodici quando mancano meno di tre minuti alla fine. Imola però non ci sta e con l’orgoglio e l’esperienza di alcuni suoi giocatori prova a ricucire. L’operazione pare possibile, ma l’orologio gira e non concede errori ne nuove opportunità. I padroni risalgono fino a quando, a 42 secondi dalla fine, mettono il canestro del meno due. Per un attimo in casa Despar tornano gli incubi della partita “gettata” con la Salus sette giorni prima. Ma per fortuna non c’è tempo per veder materializzato questo ennesimo scempio. La Despar conclude vincendo, stra-meritatamente, una gara difficile nella quale a tratti ha giocato anche bene. Ora, dopo un calendario che per una squadra molto rinnovata era oggettivamente molto impegnativo, bisognerà cercare quella continuità nel gioco e nei risultati che potrà aiutare a trovare i giusti equilibri. Nulla, naturalmente, è ancora ben definito, Di che pasta sia fatta questa Despar, lo ripetiamo dall’inizio, lo potremo scoprire solo più avanti. Per adesso il ghiaccio è rotto e la nave può ripartire.

VIRTUS IMOLA - DESPAR 4 TORRI 81-84 (24-15, 19-21, 13-25, 25-23)

Npc Virtus Spes Vis: Dalpozzo 6, Dal Fiume 16, Murati, Zambrini 2, Creti, Fin 21, Corcelli 13, Vignali 8, Sangiorgi 4, Starovlah 11. All.: Lunghini.

Despar 4Torri Ferrara: Chiusolo 16, Ranzolin 2, Brandani 7, Nanni 11, Parmeggiani 10, Paccagnella, Ballardini 11, Ghedini 4, Verde, De Ruvo 20, Pederzini 3. All.: Cavicchioli.

Vota questo articolo
(0 Voti)

FotoSquadraIMOLA"Quest'anno ci divertiremo. La Virtus Imola deve vincere e fare divertire”. Le parole sono di Giovanni Lunghini, il neo tecnico da quest’anno chiamato a dirigere l’ambiziosa panchina dell’Imola giallo-nera. Con queste idee ben chiare la società bolognese ha, in estate, fatto una rivoluzione nel proprio roster, certamente anche per interrompere, volutamente, un buon ciclo che l’aveva portata a far bene ma non benissimo (la finale persa nettamente lo scorso anno forse ancora brucia). Samuel Dal Fiume, Federico Zambrini e Lorenzo Dalpozzo sono stati i primi colpi di mercato seguiti alle partenze di Marco Morara e Andrea Porcellini. Altri arrivi sono stati Gabriele Fin, Andrea Vignali, Gian Marco Sangiorgi, Giacomo Sabattani e il centro montenegrino Vladimir Starovlah – pivot di 210. Praticamente l’unico confermato è Nunzio Corcelli.

In un precampionato durissimo, nel quale Imola ha giocato sempre con squadre forti, spesso di categoria superiore, i risultati sono stati alterni e così è andata anche nelle prime due giornate di campionato. La prima uscita è stata un autentico tripudio davanti al proprio pubblico e a farne le spese, è stata la “sempre” giovane formazione del San Lazzaro che alla fine ha beccato ben 47 punti di scarto (102 a 55). Nella seconda di campionato Imola ha dovuto affrontare una squadra che usciva dal primo turno sanguinante ma che è certamente data tra le probabili all’accesso nei play off, il Fiorenzuola. Nel big-match svoltosi nel piacentino le cose non sono andate benissimo e gli imolesi sono tornati a casa con una sconfitta che le cronache descrivono abbastanza netta. Il finale di 87 a 79 conferma un percorso sempre in salita per i prossimi avversari della Despar che, domenica al PalaRuggi alle ore 18 avrà il difficile compito di non permettere a Imola una pronta riscossa. La partita per la squadra di Cavicchioli è di quelle toste ma giocare in trasferta un match super motivante è forse la migliore premessa per dare una piccola svolta a un campionato ancora avaro di vittorie per i ferraresi. Domenica si capirà meglio se il processo di crescita, già visto seppur a tratti con la Salus, prosegue e fa quindi ben sperare.

Martedì, 11 Ottobre 2016 08:57

C GOLD: SITUAZIONE DOPO DUE GIORNATE

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

CLASSIFICA DOPO 2 GIORNATE

Class 2g

 

3 GIORNATA - GIRONE ANDATA

3 giornata

Venerdì, 07 Ottobre 2016 05:15

C GOLD: IN ARRIVO UNA SALUS IN GRAN FORMA

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dopo l’esordio di sabato scorso a Ozzano, da dove la Despar 4T è tornata sconfitta, il primo impegno casalingo per i granata sarà sabato 8 ottobre alle ore 20,45 (giornata e orario canonico delle partite al Pala 4T) contro un’altra delle squadre che partono tra le favorite per l’accesso ai play off. Si tratta dei rosso blu bolognesi della Salus Pallacanestro. La squadra dell’Arcoveggio, dopo il buon sesto posto della scorsa stagione, raggiunto nonostante infortuni, assenze e abbandoni, non poteva che ripartire dall’ossatura di quella formazione. Sono così arrivate le conferme di coach Giuliani e dei giocatori Percan, Fimiani, Savio, Nucci, Trentin, Granata e Parma Benfenati. Su queste solide basi la Salus ha innestato una delle probabili stelle del prossimo torneo, Francesco Amoni, classe 1984, proveniente dall’Andrea Costa Imola. Amoni, ala grande di 201 cm x 105 kg che, perciò, in categoria può tranquillamente giocare da cinque, ha disputato le giovanili alla Virtus Siena per poi proseguire la sua carriera tra A2 e Serie B. A Ravenna diventa una vera e propria bandiera disputando 4 stagioni, le ultime due da capitano. Amoni conduce la squadra romagnola alla promozione in Legadue Silver, disputando i playoff nella stagione successiva. In questa esperienza disputa delle stagioni di livello assoluto, viaggiando in doppia cifra di media. La stagione passata è stato tassello importantissimo nella squadra rivelazione del campionato, quell’Imola che raggiunge i playoff, batte Siena al primo turno e si arrende dopo 4 combattutissime gare a Scafati. Nei playoff, giocando una media di quasi 20 minuti a partita, Amoni contribuisce con 6 punti di media e alcune prestazioni fondamentali, come quella in gara 2 contro Siena (11 punti), a rendere molto buono il risultato della propria squadra. Ma la Salus non si è accontentata del lungo Amoni e come una ciliegina sulla torta nel ultimo giro d’orologio del mercato estivo è arrivato anche Andrea Lugli un play-guardia che proprio con la Despar ha disputato le ultime sue due, ottime, stagioni. Di Lugli come uomo a Ferrara non si possono che tessere elogi e come giocatore possiede un tiro mortifero, è ottimo passatore ed è in grado sia di portar palla o affiancare il playmaker in questo compito. Con l’acquisto di Lugli si è concluso definitivamente il mercato della Salus che, a completamento del proprio roster ha aggregato alla prima squadra alcuni atleti del settore giovanile tra i quali ricordiamo Davide Conidi con un breve passato nelle giovanili granata. La Salus è reduce dall’ottimo accesso alle Final Four di Coppa Emilia Romagna, ottenuto con una netta vittoria a spese di Ozzano e dal vittorioso primo turno in campionato dove, nel match clou della giornata, ha battuto per 61 a 58 il Fiorenzuola, altra squadra costruita con ambizioni d’alta classifica. Nella prima di campionato in mostra per i rosso blu Nucci (20), Fimiani (13) e Amoni (11). Inutile nasconderlo, quella di sabato sarà, per la Despar, un'altra difficilissima sfida di questo inizio di torneo dal calendario per niente agevole.

Lunedì, 03 Ottobre 2016 11:53

C GOLD: 1 GIORNATA

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

CLASSIFICA 1G

 

 

STAT SQ 1G

 

MARCATORI 1G

Domenica, 02 Ottobre 2016 11:42

C GOLD: LE STATISTICHE DI OZZANO - DESPAR 4T

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Le statistiche di Ozzano - Despar 4T

Pagina 7 di 31

    TRAFFICO SITO

    OGGI163
    IERI265
    SETTIMANA428
    MESE5793
    Martedì, 24 Novembre 2020 12:42

    VISITATORI ORA

    Guests : 13 guests online